Programma delle materie

Materie 4° Anno

ISTITUZIONI DI NATUROPATIA 4° LIVELLO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità In questo ambito si studiano: i fondamenti e la filosofia della Naturopatia; la metodologia e teoria della Naturopatia come disciplina interdisciplinare e pluridisciplinare. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le teorie e le metodologie della naturopatia; saper applicare le teorie e le metodologie della naturopatia. Programma Medicina tradizionale cinese: Introduzione alla civiltà e al pensiero cinese. Cosmogonia e cosmologia. Il Tao. Il pensiero analogico. L’energia vitale: il Qi. Qi, Jing e Shen. Macrocosmo e microcosmo. Yin-Yang. Teoria dei 5 elementi. Le energie dell’uomo. Psiche e soma. L’aspetto Mentale ed emozionale del sistema uomo nella MTC: relazione tra organi-visceri e stati mentali ed emozionali. Teoria Yin-Yang applicato alla naturopatia. Teoria dei 5 elementi applicata alla naturopatia. Gli organi e i visceri in MTC. Le cause di malattia. Orologio d'organo: tempi massimi e malattie. Coppia d'organo del tempo massimo-minimo. Regola madre-figlio. Regola degli organi accoppiati. Schemi della medicina tradizionale cinese: ciclo di generazione; ciclo di controllo; ciclo di sopraffazione; ciclo di controinibizione o insulto. Studio dei meridiani e punti di applicazione per il riequilibrio. Connettivo/Sostanza fondamentale - I foglietti embrionali: endoblasto; mesoblasto; ectoblasto. I metameri. Sistemi di coordinazione. Anatomia del connettivo: origini embrionali, elementi del connettivo, il connettivo nell’uomo e nella donna; connettivo e fasi della vita, connettivo e costituzioni. Fisiologia del connettivo: funzioni statiche, funzioni dinamiche. Patologie del connettivo. Basi neuroanatomiche e introduzione alla riflessologia connettivale: segmento spinale o neurotomo. Vie della sensibilità: sensibilità termica e dolorifica, altre sensibilità. Vie della motilità: volontaria e involontaria. Arco riflesso. Anastomosi tra nervi spinali e simpatico. Legge della superficializzazione e legge della interiorizzazione. Ruolo della matrice nelle patologie croniche. Matrice in gastroenterologia. Matrice e alimentazione. Valutazione funzionale della matrice: focolai e campi di disturbo. TECNICHE DI COMUNICAZIONE Docente: Dr. Arduin Alice Finalità Questo ambito è finalizzato a introdurre lo studente alla conoscenza delle dinamiche motivazionali-comunicative-difensive che influenzano lo stato di benessere personale e i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella salute. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le dinamiche motivazionali-comunicative-difensive che influenzano lo stato di benessere personale; i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella salute; cogliere il linguaggio non verbale espresso dalla persona. Programma Laboratorio esperenziale. SOCIOLOGIA - DINAMICHE DI INTERAZIONE Docente Dr. Tormen Francesco Finalità Il corso comprende le competenze scientifico disciplinari concernenti lo studio psicologico delle interazioni e relazioni riguardanti i principali sistemi e sottosistemi sociali; i principali processi psicosociali ad essi relativi e le caratteristiche personali che li regolano. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: distinguere tra i bisogni primari della persona e i bisogni indotti; riconoscere i principali meccanismi che intervengono nei processi di socializzazione; riconoscere l'influsso della cultura dominante nelle scelte del singolo individuo; riconoscere le motivazioni sociali della frustrazione e dell'aggressività; riconoscere i conflitti tra ruoli sociali e aspirazioni individuali. Programma Cenni storici. Teorie e metodi in Psicologia Sociale. I modelli teorici dell'interazione umana. Processi "sociali". Relazioni tra gruppi. Rappresentazioni sociali. Processi di influenza sociale. Costruzione sociale dei processi di conoscenza e di azione. I processi psicologici come processi sociali. DIGITOPRESSIONE Docente: Rif. Ruzza Gino Finalità In questo ambito lo studente imparerà alcune tecniche riflessologiche dell’energetica cinese che si utilizzano per riequilibrare il sistema uomo (digitopressione, moxibustione). La stimolazione è effettuata su punti precisi (agopunti) che, per via riflessa, producono risposte di riequilibrio energetico e funzionale. La metodica è un sistema di riequilibrio per mantenere uno stato di benessere generale. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere i principi e le varie tecniche riflessologiche dell’energetica cinese per riequilibrare il sistema uomo; saper applicare le tecniche apprese nel programma personalizzato di benessere. Programma La digitopressione. Digitopressione tonificante e sedativa. Il meccanismo d'azione: teoria En CHI e Yin-Yang. Segni Yin e segni Yang. Trigger points. Effetti della digitopressione: antalgico, rilassante, tonificante, equilibrante. Indicazioni e controindicazioni della digitopressione. Reperimento dei punti da trattare. Indicazioni operative: prima seduta, le altre sedute, durata delle sedute, quantità di punti da trattare per seduta. Meridiani e punti particolari da trattare. Utilizzo dei vari punti per il trattamento in digitopressione degli squilibri basati sulle predisposizioni costituzionali. Moxibustione: storia della moxibustione. La validità dei principi. Metodi di moxibustione: l'artemisia. Cenni sulla preparazione della moxa. I sigari di moxa. Tecniche di moxibustione: moxibustione diretta; moxibustione indiretta. Effetti della moxibustione: effetti fisiologici. Concetti tradizionali ed energetici della Moxa. Punti proibiti e controindicazioni della moxa. La scelta dei punti. Modalità di applicazione. Laboratorio pratico. ECOLOGIA  E IGIENE Docente: Dr. Marchetti Diego Finalità Nell'ambiente sono presenti fattori di rischio che gli operatori sono tenuti a conoscere, allo scopo di mettere in atto le adeguate misure di comportamento e di prevenzione. Inoltre l'ambito di azione in cui il professionista è chiamato ad esercitare la sua professione non è solo di tipo tecnico ma anche relazionale ed educativo. Il corso si prefigge di rendere lo studente in grado di valutare l'impatto dell'ambiente sulla salute umana e proporre gli adeguati interventi. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: analizzare i principali fattori di rischio presenti nelle diverse situazioni ambientali; descrivere il concetto di limiti di sicurezza ambientali e biologici; descrivere i principi attraverso i quali si realizza la prevenzione ambientale dei rischi; valutare i diversi interventi di prevenzione a livello dei soggetti e dell'ambiente. Programma Inquinamento: definizione generale; fonti e tipologie d’inquinamento. Tossicologia: esposizione e dose; tossicità, studi tossicologici, meccanismo d’azione, effetti dannosi, interazione tra agenti tossici; cancerogeni; mutageni; teratogeni; allergeni; tossici e nocivi. Metalli pesanti: piombo, mercurio, cromo, cadmio. Igiene degli alimenti: contaminazione biologica; malattie alimentari; metodi di conservazione degli alimenti; contaminazione chimica; modalità e sistemi di cottura; i pesticidi; gli ormoni; contaminazione fisica; organismi geneticamente modificati; malattie da prioni; agricoltura biologica; agricoltura biodinamica; etichettatura. Inquinamento del suolo: principali meccanismi d’inquinamento; contaminanti organici ed inorganici; classificazione dei rifiuti; sistemi di smaltimento e riciclaggio. L’acqua: l’acqua come bene precario per l’umanità; ciclo dell’acqua; classificazione; inquinamento idrico e conseguenze per la salute umana e gli ecosistemi; acqua potabile; acque minerali naturali: acque oligominerali, acque bicarbonato, acque solfate, acque sulfuree, acque salse o cloruro sodiche, acque arsenicati ferruginose, acque salsobromoiodiche, acque carboniche, acque radioattive. L’aria. L’aria outdoor; l’atmosfera; inquinamento atmosferico; effetti sull’ambiente, effetti sulla salute umana; principali contaminanti; buco dell’ozono, effetto serra, piogge acide, smog fotochimico. L’aria indoor: principali contaminanti (arredi, materiali da costruzione, ecc.); principali sostanze inquinanti e tossiche negli ambienti interni; meccanismo d’azione; effetti sulla salute umana; criteri per migliorare la qualità dell’aria negli edifici. La bioarchitettura: materiali. Inquinamento da campi elettromagnetici ad alta frequenza: fonti. TRANSPERSONALE 2 Docente: Nat. Couns. Di Loreto Wurms Bruno Finalità Questo ambito ha la finalità di sensibilizzare gli studenti, coinvolgendoli direttamente, nell'ambito di un approccio impostato secondo una prospettiva di conoscenze integrate. Si tratta di un corpus di conoscenze e di applicazioni pratiche che si pongono a fondamento della preparazione professionale, nello svolgimento del compito di promotore di benessere, finalizzato a contribuire alla formazione di una coscienza salubre ed ecologica nella persona. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le dinamiche cliente-terapeuta e i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella relazione; sapersi relazionare con il cliente. Programma Laboratorio esperenziale. PSICOSOMATICA OLISTICA Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità Il concetto di malattia intesa come "effetto di una causa", è sostituito con una visione multifattoriale secondo la quale ogni evento (e quindi anche una affezione organica) è conseguente all'intrecciarsi di molti fattori, tra i quali i fattori psico-emozionali-spirituali. Si ipotizza inoltre che questi, a seconda della loro natura, possano agire favorendo l'insorgere di una malattia, o al contrario favorendo lo stato di benessere. Nello svolgimento del corso saranno esaminati vari modelli interpretativi che si propongono di spiegare questi concetti. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le relazioni simboliche tra malattie, benessere e aspetti psico-emozionali-spirituali; conoscere le relazioni tra le malattie fisiche e le implicazioni psicologiche che possono averle determinate; saper utilizzare nella relazione le dinamiche simboliche espresse negli eventi psico-emozionali-spirituali che possono influire sul benessere. Programma Psicosomatica classica: Groddeck, Alexander, Dunbar, Deutsch. Le scuole contemporanee: il rapporto mente-corpo. Conflitti specifici, la conversione. Relazioni psicosomatiche. Il riflesso condizionato. Le risposte di emergenza. Lo stress. Il feedback evolutivo. Evoluzione del SNC e adattamento. Interazioni psicosociali, mediazione cognitiva e risposta biologica. Interazioni psicosociali e malattia. Società e malattia. Epidemiologia e malattie psicosomatiche. Eventi stressanti e malattia. Stress psicosociale e meccanismi patogenetici: la natura degli stimoli; la mediazione cognitiva; la reazione psicobiologica; il problema dell'integrazione psicobiologica. Il Cervello. Le malattie psicosomatiche: malattie dell'apparato respiratorio. Sindrome di iperventilazione. Disturbi cardiovascolari. Aspetti del comportamento alimentare: anoressia, sovralimentazione e obesità, bulimia. Malattie gastrointestinali. Malattie endocrine. Allergie. Malattie della pelle. Cefalea ed emicrania. Disturbi del sonno. Malattie ginecologiche. Malattie dell'apparato locomotore. Sindromi psicovegetative. Aspetti dell'ansia. La depressione mascherata. NATUROPATIA APPLICATA Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità In questo ambito lo studente imparerà: a eseguire l’analisi comparata dei metodi di valutazione in naturopatia; a eseguire l’analisi comparata dei metodi di riequilibrio in naturopatia suddivisi per sistemi (sistema digerente, circolatorio, endocrino, ecc.). Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: saper applicare le tecniche naturopatiche di riequilibrio. Programma Analisi comparata dei sistemi di riequilibrio in naturopatia: metodi integrati di riequilibrio suddivisi per sistemi (sistema digerente, circolatorio, endocrino, ecc.). LABORATORIO INTEGRATO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità Il Laboratorio Integrato è un’attività formativa che rientra nell’area del Tirocinio assistito. In questo ambito il discente partecipa a dei Laboratori interclasse finalizzati ad acquisire la capacità di mettere in pratica alcune discipline apprese nel corso di ogni anno accademico. Programma Laboratorio pratico: si svolge ogni anno accademico.
SOCIAL
INDIRIZZO Via Praimbole, 7 35010 Limena PADOVA
Istituto di Medicina Globale - Registrazione Tribunale n. 2314, Serie I/1994 - CF: 00322140286
Programma delle materie

Materie 4° Anno

ISTITUZIONI DI NATUROPATIA 4° LIVELLO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - In questo ambito si studiano: i fondamenti e la filosofia della Naturopatia; la metodologia e teoria della Naturopatia come disciplina interdisciplinare e pluridisciplinare. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le teorie e le metodologie della naturopatia; saper applicare le teorie e le metodologie della naturopatia. Programma - Medicina tradizionale cinese: Introduzione alla civiltà e al pensiero cinese. Cosmogonia e cosmologia. Il Tao. Il pensiero analogico. L’energia vitale: il Qi. Qi, Jing e Shen. Macrocosmo e microcosmo. Yin-Yang. Teoria dei 5 elementi. Le energie dell’uomo. Psiche e soma. L’aspetto Mentale ed emozionale del sistema uomo nella MTC: relazione tra organi-visceri e stati mentali ed emozionali. Teoria Yin-Yang applicato alla naturopatia. Teoria dei 5 elementi applicata alla naturopatia. Gli organi e i visceri in MTC. Le cause di malattia. Orologio d'organo: tempi massimi e malattie. Coppia d'organo del tempo massimo-minimo. Regola madre-figlio. Regola degli organi accoppiati. Schemi della medicina tradizionale cinese: ciclo di generazione; ciclo di controllo; ciclo di sopraffazione; ciclo di controinibizione o insulto. Studio dei meridiani e punti di applicazione per il riequilibrio. Connettivo/Sostanza fondamentale - I foglietti embrionali: endoblasto; mesoblasto; ectoblasto. I metameri. Sistemi di coordinazione. Anatomia del connettivo: origini embrionali, elementi del connettivo, il connettivo nell’uomo e nella donna; connettivo e fasi della vita, connettivo e costituzioni. Fisiologia del connettivo: funzioni statiche, funzioni dinamiche. Patologie del connettivo. Basi neuroanatomiche e introduzione alla riflessologia connettivale: segmento spinale o neurotomo. Vie della sensibilità: sensibilità termica e dolorifica, altre sensibilità. Vie della motilità: volontaria e involontaria. Arco riflesso. Anastomosi tra nervi spinali e simpatico. Legge della superficializzazione e legge della interiorizzazione. Ruolo della matrice nelle patologie croniche. Matrice in gastroenterologia. Matrice e alimentazione. Valutazione funzionale della matrice: focolai e campi di disturbo. TECNICHE DI COMUNICAZIONE Docente: Dr. Arduin Alice Finalità - Questo ambito è finalizzato a introdurre lo studente alla conoscenza delle dinamiche motivazionali-comunicative-difensive che influenzano lo stato di benessere personale e i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella salute. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le dinamiche motivazionali- comunicative-difensive che influenzano lo stato di benessere personale; i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella salute; cogliere il linguaggio non verbale espresso dalla persona. Programma - Laboratorio esperenziale. SOCIOLOGIA - DINAMICHE DI INTERAZIONE Docente Dr. Tormen Francesco Finalità - Il corso comprende le competenze scientifico disciplinari concernenti lo studio psicologico delle interazioni e relazioni riguardanti i principali sistemi e sottosistemi sociali; i principali processi psicosociali ad essi relativi e le caratteristiche personali che li regolano. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: distinguere tra i bisogni primari della persona e i bisogni indotti; riconoscere i principali meccanismi che intervengono nei processi di socializzazione; riconoscere l'influsso della cultura dominante nelle scelte del singolo individuo; riconoscere le motivazioni sociali della frustrazione e dell'aggressività; riconoscere i conflitti tra ruoli sociali e aspirazioni individuali. Programma - Cenni storici. Teorie e metodi in Psicologia Sociale. I modelli teorici dell'interazione umana. Processi "sociali". Relazioni tra gruppi. Rappresentazioni sociali. Processi di influenza sociale. Costruzione sociale dei processi di conoscenza e di azione. I processi psicologici come processi sociali. DIGITOPRESSIONE Docente: Rif. Ruzza Gino Finalità - In questo ambito lo studente imparerà alcune tecniche riflessologiche dell’energetica cinese che si utilizzano per riequilibrare il sistema uomo (digitopressione, moxibustione). La stimolazione è effettuata su punti precisi (agopunti) che, per via riflessa, producono risposte di riequilibrio energetico e funzionale. La metodica è un sistema di riequilibrio per mantenere uno stato di benessere generale. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere i principi e le varie tecniche riflessologiche dell’energetica cinese per riequilibrare il sistema uomo; saper applicare le tecniche apprese nel programma personalizzato di benessere. Programma - La digitopressione. Digitopressione tonificante e sedativa. Il meccanismo d'azione: teoria En CHI e Yin-Yang. Segni Yin e segni Yang. Trigger points. Effetti della digitopressione: antalgico, rilassante, tonificante, equilibrante. Indicazioni e controindicazioni della digitopressione. Reperimento dei punti da trattare. Indicazioni operative: prima seduta, le altre sedute, durata delle sedute, quantità di punti da trattare per seduta. Meridiani e punti particolari da trattare. Utilizzo dei vari punti per il trattamento in digitopressione degli squilibri basati sulle predisposizioni costituzionali. Moxibustione: storia della moxibustione. La validità dei principi. Metodi di moxibustione: l'artemisia. Cenni sulla preparazione della moxa. I sigari di moxa. Tecniche di moxibustione: moxibustione diretta; moxibustione indiretta. Effetti della moxibustione: effetti fisiologici. Concetti tradizionali ed energetici della Moxa. Punti proibiti e controindicazioni della moxa. La scelta dei punti. Modalità di applicazione. Laboratorio pratico. ECOLOGIA  E IGIENE Docente: Dr. Marchetti Diego Finalità - Nell'ambiente sono presenti fattori di rischio che gli operatori sono tenuti a conoscere, allo scopo di mettere in atto le adeguate misure di comportamento e di prevenzione. Inoltre l'ambito di azione in cui il professionista è chiamato ad esercitare la sua professione non è solo di tipo tecnico ma anche relazionale ed educativo. Il corso si prefigge di rendere lo studente in grado di valutare l'impatto dell'ambiente sulla salute umana e proporre gli adeguati interventi. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: analizzare i principali fattori di rischio presenti nelle diverse situazioni ambientali; descrivere il concetto di limiti di sicurezza ambientali e biologici; descrivere i principi attraverso i quali si realizza la prevenzione ambientale dei rischi; valutare i diversi interventi di prevenzione a livello dei soggetti e dell'ambiente. Programma - Inquinamento: definizione generale; fonti e tipologie d’inquinamento. Tossicologia: esposizione e dose; tossicità, studi tossicologici, meccanismo d’azione, effetti dannosi, interazione tra agenti tossici; cancerogeni; mutageni; teratogeni; allergeni; tossici e nocivi. Metalli pesanti: piombo, mercurio, cromo, cadmio. Igiene degli alimenti: contaminazione biologica; malattie alimentari; metodi di conservazione degli alimenti; contaminazione chimica; modalità e sistemi di cottura; i pesticidi; gli ormoni; contaminazione fisica; organismi geneticamente modificati; malattie da prioni; agricoltura biologica; agricoltura biodinamica; etichettatura. Inquinamento del suolo: principali meccanismi d’inquinamento; contaminanti organici ed inorganici; classificazione dei rifiuti; sistemi di smaltimento e riciclaggio. L’acqua: l’acqua come bene precario per l’umanità; ciclo dell’acqua; classificazione; inquinamento idrico e conseguenze per la salute umana e gli ecosistemi; acqua potabile; acque minerali naturali: acque oligominerali, acque bicarbonato, acque solfate, acque sulfuree, acque salse o cloruro sodiche, acque arsenicati ferruginose, acque salsobromoiodiche, acque carboniche, acque radioattive. L’aria. L’aria outdoor; l’atmosfera; inquinamento atmosferico; effetti sull’ambiente, effetti sulla salute umana; principali contaminanti; buco dell’ozono, effetto serra, piogge acide, smog fotochimico. L’aria indoor: principali contaminanti (arredi, materiali da costruzione, ecc.); principali sostanze inquinanti e tossiche negli ambienti interni; meccanismo d’azione; effetti sulla salute umana; criteri per migliorare la qualità dell’aria negli edifici. La bioarchitettura: materiali. Inquinamento da campi elettromagnetici ad alta frequenza: fonti. TRANSPERSONALE 2 Docente: Nat. Couns. Di Loreto Wurms Bruno Finalità - Questo ambito ha la finalità di sensibilizzare gli studenti, coinvolgendoli direttamente, nell'ambito di un approccio impostato secondo una prospettiva di conoscenze integrate. Si tratta di un corpus di conoscenze e di applicazioni pratiche che si pongono a fondamento della preparazione professionale, nello svolgimento del compito di promotore di benessere, finalizzato a contribuire alla formazione di una coscienza salubre ed ecologica nella persona. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le dinamiche cliente-terapeuta e i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella relazione; sapersi relazionare con il cliente. Programma - Laboratorio esperenziale. PSICOSOMATICA OLISTICA Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - Il concetto di malattia intesa come "effetto di una causa", è sostituito con una visione multifattoriale secondo la quale ogni evento (e quindi anche una affezione organica) è conseguente all'intrecciarsi di molti fattori, tra i quali i fattori psico-emozionali-spirituali. Si ipotizza inoltre che questi, a seconda della loro natura, possano agire favorendo l'insorgere di una malattia, o al contrario favorendo lo stato di benessere. Nello svolgimento del corso saranno esaminati vari modelli interpretativi che si propongono di spiegare questi concetti. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le relazioni simboliche tra malattie, benessere e aspetti psico-emozionali- spirituali; conoscere le relazioni tra le malattie fisiche e le implicazioni psicologiche che possono averle determinate; saper utilizzare nella relazione le dinamiche simboliche espresse negli eventi psico- emozionali-spirituali che possono influire sul benessere. Programma - Psicosomatica classica: Groddeck, Alexander, Dunbar, Deutsch. Le scuole contemporanee: il rapporto mente-corpo. Conflitti specifici, la conversione. Relazioni psicosomatiche. Il riflesso condizionato. Le risposte di emergenza. Lo stress. Il feedback evolutivo. Evoluzione del SNC e adattamento. Interazioni psicosociali, mediazione cognitiva e risposta biologica. Interazioni psicosociali e malattia. Società e malattia. Epidemiologia e malattie psicosomatiche. Eventi stressanti e malattia. Stress psicosociale e meccanismi patogenetici: la natura degli stimoli; la mediazione cognitiva; la reazione psicobiologica; il problema dell'integrazione psicobiologica. Il Cervello. Le malattie psicosomatiche: malattie dell'apparato respiratorio. Sindrome di iperventilazione. Disturbi cardiovascolari. Aspetti del comportamento alimentare: anoressia, sovralimentazione e obesità, bulimia. Malattie gastrointestinali. Malattie endocrine. Allergie. Malattie della pelle. Cefalea ed emicrania. Disturbi del sonno. Malattie ginecologiche. Malattie dell'apparato locomotore. Sindromi psicovegetative. Aspetti dell'ansia. La depressione mascherata. NATUROPATIA APPLICATA Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - In questo ambito lo studente imparerà: a eseguire l’analisi comparata dei metodi di valutazione in naturopatia; a eseguire l’analisi comparata dei metodi di riequilibrio in naturopatia suddivisi per sistemi (sistema digerente, circolatorio, endocrino, ecc.). Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: saper applicare le tecniche naturopatiche di riequilibrio. Programma - Analisi comparata dei sistemi di riequilibrio in naturopatia: metodi integrati di riequilibrio suddivisi per sistemi (sistema digerente, circolatorio, endocrino, ecc.). LABORATORIO INTEGRATO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - Il Laboratorio Integrato è un’attività formativa che rientra nell’area del Tirocinio assistito. In questo ambito il discente partecipa a dei Laboratori interclasse finalizzati ad acquisire la capacità di mettere in pratica alcune discipline apprese nel corso di ogni anno accademico. Programma - Laboratorio pratico: si svolge ogni anno accademico.
SCARICA PROGRAMMA DELLE MATERIE
SOCIAL
INDIRIZZO Via Praimbole, 7 35010 Limena PADOVA
CONTATTO info@naturopatia-img.it Tel. 049.2614328
   
Istituto di Medicina Globale - Registrazione Tribunale n. 2314, Serie I/1994 CF: 00322140286
Scuola di Formazione in Naturopatia
Istituto di Medicina Globale