Programma delle materie

Materie 1° Anno

ANATOMIA-ISTOLOGIA Docente: Dr. Bonaldo Barbara Finalità Le attività che il professionista è chiamato ad esercitare richiedono una buona conoscenza delle materie di base tra cui l'Anatomia e l'Istologia come discipline propedeutiche per la piena comprensione dei fenomeni biologici e delle metodiche che caratterizzano la pratica responsabile della professione. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere gli organi e gli apparati che compongono il corpo umano e saper utilizzare una terminologia corretta nella comunicazione professionale; individuare e riconoscere le caratteristiche dei principali tessuti presenti nel corpo umano. Programma I tessuti: struttura e funzione dei tessuti. Apparato scheletrico. Apparato muscolare. Sistema nervoso. Organi di senso: occhio, orecchio. Sistema endocrino: ipofisi, tiroide, paratiroidi, surreni, pancreas, ovaio e testicolo, timo, epifisi. Sistema circolatorio: cuore, vasi sanguigni. Sistema linfatico. Sistema respiratorio. Sistema digerente. Apparato urinario. Apparato genitale. BIOLOGIA Docente: Dr. Bonaldo Barbara Finalità In questo ambito vengono apprese le nozioni essenziali per valutare il significato e le modalità dell'approccio scientifico ai fenomeni naturali. La comprensione delle basi della biochimica e della biologia sono fondamentali per possedere delle informazioni integrate sui fenomeni biologici di base, che regolano la funzione delle cellule e degli organismi. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: possedere le conoscenze di base della biochimica; possedere le conoscenze di base della biologia. Programma Caratteristiche degli organismi viventi. Organizzazione della vita. Origine della vita (generazione spontanea e biogenesi). L’evoluzione. Classificazione degli organismi: tassonomia. I 5 regni della vita. Materia ed energia. Gli elementi chimici. Struttura fondamentale dell’atomo. La tavola periodica degli elementi. Rappresentazione degli atomi (regola dell’ottetto, simboli di Lewis). Il legame chimico: legame covalente, legame ionico, legame ad idrogeno. Le reazioni chimiche. Le soluzioni. Acidi e basi. Il pH e le soluzioni tampone. Elementi chimici della materia vivente e le principali molecole della vita. L’acqua. Struttura, classificazione e funzione dei carboidrati, lipidi e proteine. Gli acidi nucleici (DNA e RNA). Le vitamine. La teoria cellulare. Organismi unicellulari e pluricellulari. Forma e dimensione delle cellule. Struttura generale e classificazione: cellule procariote ed eucariote. Batteri e virus. Struttura della cellula eucariote: membrana cellulare, citoplasma, reticolo endoplasmatico, ribosomi, apparato di Golgi, lisosomi, mitocondri, citoscheletro, nucleo. Cellula eucariote vegetale: parete cellulare, vacuolo, plastidi. La comunicazione tra cellule: segnalazione indirette e segnalazioni dirette. Molecole segnale e recettori di membrana. Trasporto attraverso la membrana: diffusione semplice, diffusione facilitata, osmosi, trasporto attivo, endocitosi ed esocitosi. I movimenti cellulari. Bioenergetica: reazioni chimiche, anabolismo e catabolismo, ATP, NAD, FAD. Enzimi: meccanismo d’azione e classificazione. La fotosintesi. Principali vie metaboliche: glicolisi, respirazione cellulare (ciclo di Krebs e catena di trasporto degli elettroni). La fermentazione. Sintesi delle proteine. Cromosomi. Mitosi e meiosi. Ciclo cellulare e ciclo vitale. La riproduzione. Principi di embriologia. Geni ed alleli. Genotipo e Fenotipo. Genetica classica: le teorie di Mendel ed ereditarietà dei caratteri. Le mutazioni: mutazioni puntiformi ed aberrazioni cromosomiche. Malattie ereditarie e malattie genetiche multifattoriali. BIOENERGETICA 1°LIVELLO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità Si tratta di un corpus di conoscenze desunte dalle ricerche di Wilhelm Reich finalizzate alla conoscenza delle dinamiche motivazionali- comunicative-difensive che influenzano lo stato di benessere personale e i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella salute. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le dinamiche motivazionali-comunicative-difensive che influenzano lo stato di benessere personale; conoscere i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella salute. Programma Principi di psicodinamica: il modello freudiano. Modalità di funzionamento dell'apparato psichico. Le funzioni basilari dell'io e del super-io. La funzione segnale della paura e dell'angoscia. La natura dei conflitto psicologico. Processi mentali consci, inconsci, preconsci. La formazione del sintomo. Il concetto di guadagno primario e secondario. I sintomi come formazioni di compromesso. Determinismo psicologico. I meccanismi di difesa. ll modello Reichiano: l'integrazione mente-corpo. Il Funzionamento psicosomatico. La ricerca di WR: Bione, Orgone, Dor. Problemi di contatto: contatto con il sé, con l'ambiente, assenza di contatto, contatto sostitutivo. La percezione e la conoscenza. La peste emozionale. La potenza orgasmica. FISIOLOGIA 1°LIVELLO Docente: Dr. Castellani Chiara Finalità Le attività che il professionista è chiamato ad esercitare richiedono una buona conoscenza delle materie di base tra cui la Fisiologia come disciplina propedeutica per la piena comprensione dei fenomeni biologici e delle metodiche che caratterizzano la pratica responsabile della professione. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: mettere in relazione la morfologia di organi e apparati con le loro rispettive proprietà e funzioni; conoscere le caratteristiche dell'ambiente interno e le diverse funzioni d'organo e di apparato; riconoscere nel funzionamento dell'organismo umano, gli aspetti fisico-chimici e biomeccanici in termini qualitativi e quantitativi; comprendere il significato di adattamento dell’organismo in relazione a fattori esterni/interni che perturbano l’omeostasi; conoscere i meccanismi e processi di regolazione dei vari apparati nelle loro integrazioni a livello nervoso e ormonale. Programma I tessuti: struttura e funzione dei tessuti. Apparato scheletrico: formazione e funzione delle ossa; struttura generale e funzione delle articolazioni. Apparato muscolare: fisiologia e modalità della contrazione muscolare. Sistema circolatorio: sangue (fisiologia e biochimica); cuore: ciclo cardiaco; vasi sanguigni: circolazione sistemica e portale; circolazione: meccanismo di controllo. Sistema linfatico: fisiologia del liquido interstiziale e della linfa; circolazione linfatica. Sistema respiratorio: funzione delle vie aeree; polmoni: funzione, meccanismo della respirazione. Sistema digerente: principali funzioni degli organi dell'apparato digerente e delle ghiandole annesse; digestione: definizione, scopo; assorbimento ed eliminazione. Apparato urinario: fisiologia della escrezione urinaria; meccanismi di controllo; urina: caratteri fisici e chimici; influenza dei reni sulla pressione arteriosa. ISTITUZIONI DI NATUROPATIA 1° LIVELLO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità In questo ambito si studiano: i fondamenti e la filosofia della Naturopatia; la metodologia e teoria della Naturopatia come disciplina interdisciplinare e pluridisciplinare. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le teorie e le metodologie della naturopatia; saper applicare le teorie e le metodologie della naturopatia. Programma Linee guida - Il concetto di benessere. Educazione e promozione al benessere. L’approccio interdisciplinare e multidisciplinare. Principi fondamentali. La visione funzionale. I sistemi dell'organismo. La triade della salute. Natura della malattia. Le applicazioni dell'approccio funzionale. La valutazione e il trattamento. Aspetto sociale-filosofico e scientifico. RIFLESSOLOGIA 1 Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità Studia le tecniche riflessologiche che si utilizzano per riequilibrare il sistema uomo. La stimolazione è effettuata su punti precisi che, per via riflessa, producono risposte di riequilibrio energetico e funzionale. La metodica è un sistema di riequilibrio per mantenere uno stato di benessere generale. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere i principi delle varie tecniche riflessologiche per riequilibrare il sistema uomo; conoscere i metodi applicativi delle varie tecniche; Programma L’approccio al corpo: vedere, toccare, sentire. Introduzione alla riflessologia. Applicazioni della riflessologia: indicazioni e controindicazioni. Interventi di sostegno alla riflessologia: i drenaggi. Le zone riflesse del corpo. Modalità di applicazione della riflessologia: posizione, durata, strumenti, pressione, direzione. Approccio pratico al trattamento riflessologico STORIA DELLE DISCIPLINE OLISTICHE Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità Fornire al discente le conoscenze culturali, filosofiche e storiche, riguardanti le Medicine non convenzionali e le Discipline bionaturali per una visione generale dell’ambito in cui si troverà ad agire e per una più proficua collaborazione con le altre figure operanti nel settore. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere la storia e la filosofia delle Medicine non convenzionali e le Discipline bionaturali. Programma La storia, i principi di base e l’evoluzione delle Medicine non convenzionali e delle Discipline bionaturali: Medicina Tradizionale Cinese; Medicina Ayurvedica; Medicina Antroposofica; Naturopatia; Omeopatia; Counseling; Riflessologia; Kinesiologia; Osteopatia; Kiropratica; Iridologia; Floriterapia; Fitoretapia. PSICOLOGIA GENERALE Docenti: Dr. Borella Erika - Dr. Pieti Luca Finalità Il corso di psicologia generale comprende le competenze scientifico disciplinari concernenti lo studio delle principali funzioni psicologiche attraverso cui l'uomo interagisce con l'ambiente ed elabora rappresentazioni dell'ambiente e di se stesso. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: riconoscere i principali approcci allo studio dei fenomeni psicologici; descrivere i meccanismi responsabili della sensazione, percezione e dell'attenzione; descrivere le caratteristiche delle principali teorie sull'apprendimento e sulla memoria, sul pensiero e il linguaggio; riconoscere i fattori che interagiscono sulla motivazione e sulle emozioni. Programma Storia della psicologia. La sensazione: sensazione della posizione corporea e del dolore. La percezione: l'attenzione; selettività nella percezione. La memoria: memoria a breve e lungo termine; attenzione e memoria. Le motivazioni: la motivazione primaria e secondaria; la competizione tra le motivazioni. Le emozioni: elementi delle emozioni; emozioni fondamentali; l'espressione delle emozioni; le emozioni programmate. Pensiero: coscienza, idea ed immaginazione; caratteristiche del pensiero. L'apprendimento: attraverso lo studio, l'esperienza o l'insegnamento. Il linguaggio: rappresentazione oggettiva. PSICOLOGIA DINAMICA Docente: Dr. Servello Raffaella Finalità Il corso di psicodinamica comprende le competenze scientifico-disciplinari che considerano le rappresentazioni del sè, i processi intrapsichici e le relazioni interpersonali da un punto di vista psicodinamico. Obiettivi Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: descrivere la Teoria dello sviluppo delle pulsioni, lo sviluppo dell'Io e delle relazioni d'oggetto; descrivere i presupposti teorici della psicoanalisi; conoscere il concetto di angoscia, di conflitto e dei relativi meccanismi di difesa; distinguere i rapporti tra normalità e patologia. Programma Psicologia dello sviluppo: i periodi critici. Gli stadi di sviluppo: cognitivo, psicosociale, sessuale. La personalità. Il modello freudiano. Modalità di funzionamento dell'apparato psichico. Le funzioni basilari dell'io e del super-io. La funzione segnale della paura e dell'angoscia. I bisogni biologici necessari alla vita. La natura dei conflitto psicologico. Processi mentali consci, inconsci, preconsci. La formazione del sintomo. Il concetto di guadagno primario e secondario. I sintomi come formazioni di compromesso. Determinismo psicologico. I meccanismi di difesa. LABORATORIO INTEGRATO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità Il Laboratorio Integrato è un’attività formativa che rientra nell’area del Tirocinio assistito. In questo ambito il discente partecipa a dei Laboratori interclasse finalizzati ad acquisire la capacità di mettere in pratica alcune discipline apprese nel corso di ogni anno accademico. Programma Laboratorio pratico: si svolge ogni anno accademico.
SOCIAL
INDIRIZZO Via Praimbole, 7 35010 Limena PADOVA
Istituto di Medicina Globale - Registrazione Tribunale n. 2314, Serie I/1994 - CF: 00322140286
Programma delle materie

Materie 1° Anno

SCARICA PROGRAMMA DELLE MATERIE
ANATOMIA-ISTOLOGIA Docente: Dr. Bonaldo Barbara Finalità - Le attività che il professionista è chiamato ad esercitare richiedono una buona conoscenza delle materie di base tra cui l'Anatomia e l'Istologia come discipline propedeutiche per la piena comprensione dei fenomeni biologici e delle metodiche che caratterizzano la pratica responsabile della professione. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere gli organi e gli apparati che compongono il corpo umano e saper utilizzare una terminologia corretta nella comunicazione professionale; individuare e riconoscere le caratteristiche dei principali tessuti presenti nel corpo umano. Programma - I tessuti: struttura e funzione dei tessuti. Apparato scheletrico. Apparato muscolare. Sistema nervoso. Organi di senso: occhio, orecchio. Sistema endocrino: ipofisi, tiroide, paratiroidi, surreni, pancreas, ovaio e testicolo, timo, epifisi. Sistema circolatorio: cuore, vasi sanguigni. Sistema linfatico. Sistema respiratorio. Sistema digerente. Apparato urinario. Apparato genitale. BIOLOGIA Docente: Dr. Bonaldo Barbara Finalità - In questo ambito vengono apprese le nozioni essenziali per valutare il significato e le modalità dell'approccio scientifico ai fenomeni naturali. La comprensione delle basi della biochimica e della biologia sono fondamentali per possedere delle informazioni integrate sui fenomeni biologici di base, che regolano la funzione delle cellule e degli organismi. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: possedere le conoscenze di base della biochimica; possedere le conoscenze di base della biologia. Programma - Caratteristiche degli organismi viventi. Organizzazione della vita. Origine della vita (generazione spontanea e biogenesi). L’evoluzione. Classificazione degli organismi: tassonomia. I 5 regni della vita. Materia ed energia. Gli elementi chimici. Struttura fondamentale dell’atomo. La tavola periodica degli elementi. Rappresentazione degli atomi (regola dell’ottetto, simboli di Lewis). Il legame chimico: legame covalente, legame ionico, legame ad idrogeno. Le reazioni chimiche. Le soluzioni. Acidi e basi. Il pH e le soluzioni tampone. Elementi chimici della materia vivente e le principali molecole della vita. L’acqua. Struttura, classificazione e funzione dei carboidrati, lipidi e proteine. Gli acidi nucleici (DNA e RNA). Le vitamine. La teoria cellulare. Organismi unicellulari e pluricellulari. Forma e dimensione delle cellule. Struttura generale e classificazione: cellule procariote ed eucariote. Batteri e virus. Struttura della cellula eucariote: membrana cellulare, citoplasma, reticolo endoplasmatico, ribosomi, apparato di Golgi, lisosomi, mitocondri, citoscheletro, nucleo. Cellula eucariote vegetale: parete cellulare, vacuolo, plastidi. La comunicazione tra cellule: segnalazione indirette e segnalazioni dirette. Molecole segnale e recettori di membrana. Trasporto attraverso la membrana: diffusione semplice, diffusione facilitata, osmosi, trasporto attivo, endocitosi ed esocitosi. I movimenti cellulari. Bioenergetica: reazioni chimiche, anabolismo e catabolismo, ATP, NAD, FAD. Enzimi: meccanismo d’azione e classificazione. La fotosintesi. Principali vie metaboliche: glicolisi, respirazione cellulare (ciclo di Krebs e catena di trasporto degli elettroni). La fermentazione. Sintesi delle proteine. Cromosomi. Mitosi e meiosi. Ciclo cellulare e ciclo vitale. La riproduzione. Principi di embriologia. Geni ed alleli. Genotipo e Fenotipo. Genetica classica: le teorie di Mendel ed ereditarietà dei caratteri. Le mutazioni: mutazioni puntiformi ed aberrazioni cromosomiche. Malattie ereditarie e malattie genetiche multifattoriali. BIOENERGETICA 1°LIVELLO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - Si tratta di un corpus di conoscenze e di applicazioni pratiche finalizzate alla conoscenza delle dinamiche motivazionali-comunicative- difensive che influenzano lo stato di benessere personale e i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella salute. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le dinamiche motivazionali- comunicative-difensive che influenzano lo stato di benessere personale; conoscere i fenomeni psicologico-relazionali che intervengono nella salute; relazionarsi con il cliente; cogliere il linguaggio non verbale espresso dalla persona. Programma - ll modello Reichiano: l'integrazione mente-corpo. Il Funzionamento psicosomatico. La ricerca di WR: Bione, Orgone, Dor. Problemi di contatto: contatto con il sé, con l'ambiente, assenza di contatto, contatto sostitutivo. La percezione e la conoscenza. La peste emozionale. La potenza orgasmica. Disturbi FISIOLOGIA 1°LIVELLO Docente: Dr. Castellani Chiara Finalità - Le attività che il professionista è chiamato ad esercitare richiedono una buona conoscenza delle materie di base tra cui la Fisiologia come disciplina propedeutica per la piena comprensione dei fenomeni biologici e delle metodiche che caratterizzano la pratica responsabile della professione. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: mettere in relazione la morfologia di organi e apparati con le loro rispettive proprietà e funzioni; conoscere le caratteristiche dell'ambiente interno e le diverse funzioni d'organo e di apparato; riconoscere nel funzionamento dell'organismo umano, gli aspetti fisico- chimici e biomeccanici in termini qualitativi e quantitativi; comprendere il significato di adattamento dell’organismo in relazione a fattori esterni/interni che perturbano l’omeostasi; conoscere i meccanismi e processi di regolazione dei vari apparati nelle loro integrazioni a livello nervoso e ormonale. Programma - I tessuti: struttura e funzione dei tessuti. Apparato scheletrico: formazione e funzione delle ossa; struttura generale e funzione delle articolazioni. Apparato muscolare: fisiologia e modalità della contrazione muscolare. Sistema circolatorio: sangue (fisiologia e biochimica); cuore: ciclo cardiaco; vasi sanguigni: circolazione sistemica e portale; circolazione: meccanismo di controllo. Sistema linfatico: fisiologia del liquido interstiziale e della linfa; circolazione linfatica. Sistema respiratorio: funzione delle vie aeree; polmoni: funzione, meccanismo della respirazione. Sistema digerente: principali funzioni degli organi dell'apparato digerente e delle ghiandole annesse; digestione: definizione, scopo; assorbimento ed eliminazione. Apparato urinario: fisiologia della escrezione urinaria; meccanismi di controllo; urina: caratteri fisici e chimici; influenza dei reni sulla pressione arteriosa. ISTITUZIONI DI NATUROPATIA 1° LIVELLO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - In questo ambito si studiano: i fondamenti e la filosofia della Naturopatia; la metodologia e teoria della Naturopatia come disciplina interdisciplinare e pluridisciplinare. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere le teorie e le metodologie della naturopatia; saper applicare le teorie e le metodologie della naturopatia. Programma - Linee guida - Il concetto di benessere. Educazione e promozione al benessere. L’approccio interdisciplinare e multidisciplinare. Principi fondamentali. La visione funzionale. I sistemi dell'organismo. La triade della salute. Natura della malattia. Le applicazioni dell'approccio funzionale. La valutazione e il trattamento. Aspetto sociale- filosofico e scientifico. RIFLESSOLOGIA 1 Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - Studia le tecniche riflessologiche che si utilizzano per riequilibrare il sistema uomo. La stimolazione è effettuata su punti precisi che, per via riflessa, producono risposte di riequilibrio energetico e funzionale. La metodica è un sistema di riequilibrio per mantenere uno stato di benessere generale. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere i principi delle varie tecniche riflessologiche per riequilibrare il sistema uomo; conoscere i metodi applicativi delle varie tecniche; Programma - L’approccio al corpo: vedere, toccare, sentire. Introduzione alla riflessologia. Applicazioni della riflessologia: indicazioni e controindicazioni. Interventi di sostegno alla riflessologia: i drenaggi. Le zone riflesse del corpo. Modalità di applicazione della riflessologia: posizione, durata, strumenti, pressione, direzione. Approccio pratico al trattamento riflessologico STORIA DELLE DISCIPLINE OLISTICHE Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - Fornire al discente le conoscenze culturali, filosofiche e storiche, riguardanti le Medicine non convenzionali e le Discipline bionaturali per una visione generale dell’ambito in cui si troverà ad agire e per una più proficua collaborazione con le altre figure operanti nel settore. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: conoscere la storia e la filosofia delle Medicine non convenzionali e le Discipline bionaturali. Programma - La storia, i principi di base e l’evoluzione delle Medicine non convenzionali e delle Discipline bionaturali: Medicina Tradizionale Cinese; Medicina Ayurvedica; Medicina Antroposofica; Naturopatia; Omeopatia; Counseling; Riflessologia; Kinesiologia; Osteopatia; Kiropratica; Iridologia; Floriterapia; Fitoretapia. PSICOLOGIA GENERALE Docenti: Dr. Borella Erika - Dr. Pieti Luca Finalità - Il corso di psicologia generale comprende le competenze scientifico disciplinari concernenti lo studio delle principali funzioni psicologiche attraverso cui l'uomo interagisce con l'ambiente ed elabora rappresentazioni dell'ambiente e di se stesso. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: riconoscere i principali approcci allo studio dei fenomeni psicologici; descrivere i meccanismi responsabili della sensazione, percezione e dell'attenzione; descrivere le caratteristiche delle principali teorie sull'apprendimento e sulla memoria, sul pensiero e il linguaggio; riconoscere i fattori che interagiscono sulla motivazione e sulle emozioni. Programma - Storia della psicologia. La sensazione: sensazione della posizione corporea e del dolore. La percezione: l'attenzione; selettività nella percezione. La memoria: memoria a breve e lungo termine; attenzione e memoria. Le motivazioni: la motivazione primaria e secondaria; la competizione tra le motivazioni. Le emozioni: elementi delle emozioni; emozioni fondamentali; l'espressione delle emozioni; le emozioni programmate. Pensiero: coscienza, idea ed immaginazione; caratteristiche del pensiero. L'apprendimento: attraverso lo studio, l'esperienza o l'insegnamento. Il linguaggio: rappresentare ogget PSICOLOGIA DINAMICA Docente: Dr. Servello Raffaella Finalità - Il corso di psicodinamica comprende le competenze scientifico-disciplinari che considerano le rappresentazioni del sè, i processi intrapsichici e le relazioni interpersonali da un punto di vista psicodinamico. Obiettivi - Lo studente alla fine dell'insegnamento deve essere in grado di: descrivere la Teoria dello sviluppo delle pulsioni, lo sviluppo dell'Io e delle relazioni d'oggetto; descrivere i presupposti teorici della psicoanalisi; conoscere il concetto di angoscia, di conflitto e dei relativi meccanismi di difesa; distinguere i rapporti tra normalità e patologia. Programma - Psicologia dello sviluppo: i periodi critici. Gli stadi di sviluppo: cognitivo, psicosociale, sessuale. La personalità. Il modello freudiano. Modalità di funzionamento dell'apparato psichico. Le funzioni basilari dell'io e del super-io. La funzione segnale della paura e dell'angoscia. I bisogni biologici necessari alla vita. La natura dei conflitto psicologico. Processi mentali consci, inconsci, preconsci. La formazione del sintomo. Il concetto di guadagno primario e secondario. I sintomi come formazioni di compromesso. Determinismo psicologico. I meccanismi di difesa. LABORATORIO INTEGRATO Docente: Nat. Tormen Claudio Finalità - Il Laboratorio Integrato è un’attività formativa che rientra nell’area del Tirocinio assistito. In questo ambito il discente partecipa a dei Laboratori interclasse finalizzati ad acquisire la capacità di mettere in pratica alcune discipline apprese nel corso di ogni anno accademico. Programma - Laboratorio pratico: si svolge ogni anno accademico.
SOCIAL
INDIRIZZO Via Praimbole, 7 35010 Limena PADOVA
CONTATTO info@naturopatia-img.it Tel. 049.2614328
   
Istituto di Medicina Globale - Registrazione Tribunale n. 2314, Serie I/1994 CF: 00322140286
Scuola di Formazione in Naturopatia
Istituto di Medicina Globale